Città e memoria come strumenti del progetto | Lezione aperta di Alberto Ferlenga - 27 Novembre 2018, ore 9.30

 
Picture of Manola Maria Rita Orru'
Città e memoria come strumenti del progetto | Lezione aperta di Alberto Ferlenga - 27 Novembre 2018, ore 9.30
by Manola Maria Rita Orru' - Monday, 26 November 2018, 9:34 AM
 

27 Novembre 2018, ore 9.30
Aula 7, Complesso Santa Chiara, Alghero
*Nell'ambito del corso di progettazione architettonica del blocco Progetto
Urbano del I anno Magistrale in Architettura e della scuola di Dottorato in
Architettura e Ambiente, il Laboratorio di ricerca ecourbanlab ha
organizzato un ciclo di lezioni aperte dal titolo “Architettura e città”,
invitando docenti e architetti di fama internazionale per un dibattito
critico sui temi del progetto urbano.Alberto Ferlenga è rettore
dell’Università Iuav di Venezia dal 1 ottobre 2015.Professore ordinario di
progettazione architettonica all’Università Iuav di Venezia, dopo 12 anni
all’Università “Federico II” di Napoli. Fondatore e presidente
dell’Associazione Villard che raggruppa il seminario omonimo e il dottorato
internazionale Villard d’Honnecourt, oltre ad aver promosso seminari di
progettazione e master in varie città italiane. Professore invitato in
numerose università europee, nord e sud americane tra cui: Delft, Miami,
Clemson, S. Juan de Puertorico, Lima. Dal 2008 è direttore della Scuola di
Dottorato Iuav. Autore di numerosi volumi tra cui la monografia su Aldo
Rossi, quella su Dimitris Pikionis, quella su Hans Van der Laan (con P.
Verde), e il volume su Joze Plecnik e Lubiana (con Sergio Polano), la guida
sulle città romane del nord Africa e la riedizione di “Architettura Saggio
sull’Arte” oltre che di saggi e articoli apparsi sulle principali riviste
internazionali. Redattore dal 1981 al 1990 della rivista Lotus
International e dal 1996 redattore di Casabella. È stato curatore di varie
mostre tra cui: Le città immaginate, 9 progetti per 9 città (Triennale di
Milano 1986), Aldo Rossi (Centre Pompidou, 1991, Triennale di Milano, 1999,
Maxxi 2004) Calvino e le città invisibili (Triennale di Milano 2002),
Dimitris Pikionis (Fondazi- one Querini Stampalia, Venezia, 1999) Hans Van
der Laan (Basilica Palladiana, Vicenza, 2000). Ha progettato ed eseguito
progetti di allestimento, tra cui il Padiglione Italia della V Mostra
internazionale di architettura della Biennale di Venezia (1991). Nel 2000
fonda il raggruppamento di progettazione NA.oMI. che ha partecipato a un
gran numero di consultazioni e gare riportando premi e segnalazioni.*