Segnalazioni

 
 
Immagine Alessandra Casu
VI edizione di FAScina, il forum annuale delle studiose di cinema e audiovisivi "Vaghe stelle. Attrici del /nel cinema italiano" - 5/7 ottobre 2017
di Alessandra Casu - martedì, 3 ottobre 2017, 15:52
 

[Comunicato stampa di Ateneo]


SASSARI. Si terrà a Sassari da giovedì 5 a sabato 7 ottobre, al Teatro Civico e nella ex Biblioteca universitaria, il Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi _"FAScinA 2017 -Vaghe stelle. Attrici del/nel cinema italiano". 
Si comincia giovedì alle 15.30 al Teatro Civico.

La pluralità di volti, destini e storie declinate dalle attrici della produzione audiovisiva nazionale, spesso profondamente diverse tra loro per formazione e stile, costituisce indubbiamente un campo di indagine estremamente affascinante. Studiarne il lavoro è un’impresa solo apparentemente priva di complicazioni. Ricettacolo della memoria visiva e dell’immaginario, in determinati casi addirittura veicolo di esportazione dell’italianità a livello internazionale, le attrici appaiono come un oggetto facilmente decodificabile e storicizzabile. Proprio questa apparente facilità, tuttavia, espone la ricerca al rischio della semplificazione, della riduzione personalistica o addirittura del fraintendimento agiografico. 

Per questo motivo la sesta edizione di FAScinA - Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi, intitolata appunto “Vaghe stelle. Attrici del/nel cinema italiano”, sarà incentrata sul lavoro delle (e attorno alle) attrici nel panorama cinematografico e audiovisivo italiano, "ponendosi l’obiettivo di proporre un punto di vista differente, capace di restituire l’eterogeneità di un paesaggio complesso, in cui le singole soggettività siano colte nelle loro relazioni di collaborazione, influenza e rifrazione simbolica, e nel confronto con i diversi contesti storico-sociali, produttivi e di consumo", spiega la coordinatrice, Lucia Cardone. 

Parteciperanno al Forum sassarese 48 studiose, attive nel campo delle discipline cinematografiche e degli studi di genere, provenienti da numerosi atenei italiani, francesi, britannici, americani e neozelandesi. Si parlerà di attrici italiane, di rapporti col pubblico e con i registi, di costruzione del divismo, di stili di recitazione, di glamour e di moda, ripercorrendo tutta la storia della cinematografia nazionale: dalle dive del muto ad Anna Magnani, dai “nuovi” corpi del cinema moderno (come Monica Vitti e Lucia Bosè), alle attrici contemporanee e ai nuovi volti delle celebrità della Rete. 

Tra gli eventi legati al Forum, si segnala la presentazione del cortometraggio Viaggio a Stoccolma di Gabriella Rosaleva al Teatro Civico di Sassari. Il film, prodotto dal Dipartimento di Scienze  Umanistiche e Sociali dell’Università degli Studi di Sassari con il sostegno della Regione Autonoma Sardegna e della Fondazione Sardegna Film Commission, racconta il duplice viaggio che Grazia Deledda ha affrontato per ritirare il Premio Nobel nel 1927: quello fisico, estenuante, compiuto in treno e quello immaginario, onirico e sofferto, in cui la scrittrice rivive ricordi dolorosi del passato e incontra alcuni personaggi dei suoi romanzi.

La proiezione del corto si inserisce perfettamente nel programma del Forum non solo perché l’idea embrionale del progetto era nata proprio in occasione di FAScinA 2015, ma anche perché il film è il frutto del lavoro quasi esclusivo di personalità femminili. La realizzazione del corto, coordinata da Lucia Cardone e da Giovanna Maina, ha coinvolto inoltre le studentesse e gli studenti del laboratorio offi_Cine del Dipartimento di Scienze umanistiche e sociali, coordinati da Luisa Cutzu.

La presentazione di "Viaggio a Stoccolma" si terrà il 5 ottobre alle 18.15 al Teatro Civico e vedrà gli interventi di Gabriella Rosaleva, della co-sceneggiatrice Alessandra Pigliaru, della direttrice della fotografia Giusy Calia, dell’attrice protagonista Maddalena Recino, di Nevina Satta della Fondazione Sardegna Film Commission e di Pia Brancadori di Alice-Guy-Circola nel Cinema di Cagliari. 

Il Forum si chiuderà sabato 7 nella ex biblioteca universitaria di piazza Università con una Tavola Rotonda alla quale parteciperanno le curatrici di FAScinA 2017 Lucia Cardone, Giovanna Maina (Università di Sassari), Chiara Tognolotti (Università di Firenze) e Stefania Rimini (Università di Catania), assieme a Mariapia Comand (Università di Udine), Giulia Fanara (Università di Roma “La Sapienza”), Mariagrazia Fanchi (Università Cattolica di Milano), Cristina Jandelli (Università di Firenze), Sandra Lischi (Università di Pisa), Mariapaola Pierini (Università di Torino), Jacqueline Reich (Fordham University), Rosamaria Salvatore (Università di Padova) e Federica Villa (Università di Pavia). Coordinerà la discussione Giulia Carluccio (Università di Torino).  

Il Forum sassarese, giunto alla sesta edizione e forte dei risultati raggiunti (è in uscita per i tipi di ETS il volume Genealogie, che raccoglie gli interventi delle studentesse presenti alla scorsa edizione) proporrà per la seconda volta uno speciale percorso di formazione destinato alle dottorande di ricerca e alle giovani laureate. Per il progetto formAZIONE, infatti, sono state selezionate tredici giovani provenienti da varie università italiane, alle quali è stata assegnata una borsa di studio che consentirà di coprire le spese per la partecipazione al Forum come uditrici. 

Come per le edizioni precedenti, le riflessioni scaturite dal convegno verranno raccolte nel quarto volume ufficiale della collana FAScinA (ETS, Pisa), diretta da Lucia Cardone e Mariagrazia Fanchi. Le prime due uscite Filmare il femminismo (a cura di Lucia Cardone e Sara Filippelli) e Imperfezioni (a cura di Lucia Cardone e Chiara Tognolotti) sono già disponibili in libreria e come ebook, mentre la terza uscita, dedicata ai lavori di FAScinA 2016 e intitolata Essere (almeno) due, è in corso di pubblicazione. 

La sesta edizione del Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi si terrà a Sassari dal 5 al 7 Ottobre 2017. I lavori del Forum si svolgeranno: il 5 ottobre al Teatro Civico (via Corso Vittorio Emanuele II); il 6 e 7 ottobre nella Ex Biblioteca Universitaria all'interno del palazzo dell'Università (piazza Università, 21).